Scrivere per il web

Come leggono gli utenti Il Web è nato per dare informazioni consultabili in modo veloce e gli utenti adottano qualsiasi […]
Scrivere per il web

Come leggono gli utenti

Il Web è nato per dare informazioni consultabili in modo veloce e gli utenti adottano qualsiasi strategia di ricerca che gli faccia risparmiare tempo. Appena un visitatore giunge su un qualsiasi sito web tende a dare una leggera occhiata ai contenuti per farsi un’idea dell’argomento trattato e solo successivamente tenderà a darne una più dettagliata. Tutto sarebbe più semplice se gli utenti leggessero con attenzione i contenuti; purtroppo non è sempre così. Anche  se i contenuti sono davvero validi, è molto probabile che almeno in un primo momento gli utenti non se ne accorgano.

Il “colpo d’occhio”

E’ un metodo efficiente per individuare i contenuti di interesse; esso richiede un minor sforzo cognitivo quindi è importante svelare rapidamente cosa ha in serbo il sito per loro, altrimenti si rischia di allontanare l’utente con un altissima probabilità che non torni più.

Usa un linguaggio semplice

Scrivi in modo semplice e conciso, senza strafare. La maggior parte degli utenti preferisce un tono da conversazione a uno formale. Ecco come ottenere un buon testo:

  • Evita il gergo tecnico. La terminologia aziendale non fa parte del linguaggio quotidiano degli utenti. I termini semplici possono anche sembrare non originali ma almeno sono comprensibili;
  • Evita gli acronimi, i siti con acronimi non sono immediatamente conprensibili;
  • Evita il sarcasmo, i giochi di parole non servono, non descrivono un’azienda e distraggono gli utenti.

Formatta il testo in modo leggibile

Come abbiamo detto l’utente ha bisogno inizialmente di segnali visivi per poi approfondire i contenuti. Ci sono tecniche di formattazione per permettergli che ciò avvenga:

  • Evidenzia le parole chiave;
  • Titoli di pagina e intestazioni brevi e descrittive. I titoli devono essere giustificati a destra con la lettera iniziale maiuscola, i sottotitoli devono invece avere un corpo inferiore rispetto ai titoli ed entrambi devono differenziarsi dal corpo del testo;
  • Liste puntate e/o numerate;
  • Paragrafi brevi e conicisi;
  • Spiega nelle prime righe il concetto principale dando subito l’essenziale e lascia a chi legge la possibilità di entrare nei dettagli.

Web Usability 2.0

Questi concetti sono stati estrapolati dal libro Web Usability 2.0 di Jacob Nielsen,  che noi di Laboratiorio CSS condividiamo a pieno regime. Ovviamente sono concetti teorici; ogni sito ha esigenze e target differenti e sta a te applicare questi concetti e plasmarli a tuo vantaggio per ottenere uno standard soddisfacente di acessibilità.

Search
Tags
Seleziona rubrica
Seleziona rubrica
Codice Github